Cos’è “Benvenuto Brunello”

L’evento “Benvenuto Brunello” è una celebrazione annuale che si svolge nella pittoresca cittadina di Montalcino, situata nel cuore della Toscana, per onorare il prestigioso vino Brunello e altri eccellenti vini italiani.

Questa manifestazione di degustazione vinicola, che dura da oltre 25 anni, riunisce produttori, giornalisti e appassionati del settore, attirando l’attenzione di un pubblico sempre più vasto e curioso.

Inspirandosi a eventi simili che si svolgono in paesi come la Francia, “Benvenuto Brunello” offre l’opportunità di degustare in anteprima rispetto alla commercializzazione i nuovi vini prodotti nel territorio di Montalcino, con lo scopo di promuoverli e valorizzarli.

La manifestazione è organizzata e curata dal Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, che si occupa anche di valutare e premiare la nuova annata del celebre vino.

Tuttavia, l’evento è un’occasione utile per scoprire anche gli altri vini che vengono prodotti nel territorio di Montalcino, soprattutto per i wine lovers che si recano nel paese durante i giorni dell’evento (Rosso di Montalcino, il Moscadello di Montalcino e il Sant’Antimo).

Questi vini sono tutti contrassegnati dalla sigla Denominazione di origine controllata (DOC), che attesta la loro qualità e la loro provenienza.

Il Brunello di Montalcino, invece, si distingue per essere stato insignito nel corso degli anni ’90 della prestigiosa sigla DOCG (Denominazione di origine controllata e garantita), un ulteriore riconoscimento che ne attesta l’eccellenza.

Presentazione delle annate commercializzabili

chiostro dove si degusta il vino durante benvenuto brunello

In origine “Benvenuto Brunello” figurava come una manifestazione che si dipanava nell’arco di circa 3 giorni, ma negli ultimi anni si è deciso di allungare questa manifestazione in più giornate, aggiungendo anche una data dedicata esclusivamente alla degustazione selezionata del Brunello di Montalcino in 4 città estere (Londra, Toronto, New York, Los Angeles).

Un evento, quindi, che guarda sempre più con interesse alla diffusione del Brunello a livello internazionale, vero grande obiettivo del Consorzio.

Durante “Benvenuto Brunello” verrà proposta una degustazione dell’ultima annata commercializzabile del Brunello di Montalcino DOCG e Riserva, che risale a:

Di conseguenza nell’edizione 2023 di “Benvenuto Brunello” (le cui date non sono ancora state rese note) l’annata presentata non sarà quella corrente, poiché le regole dei disciplinari vinicoli sono estremamente rigide.

Queste norme stabiliscono che un vino può essere immesso al consumo solo a partire dal 1°gennaio del quinto anno successivo alla vendemmia.

Pertanto, nell’edizione 2023, i protagonisti saranno l’annata 2019 del Brunello di Montalcino e l’annata 2018 del Brunello di Montalcino Riserva.

Va precisato che, per quest’ultimo, è necessario attendere sei anni dalla vendemmia, in virtù delle sue particolari caratteristiche di produzione e maturazione.

Suddivisione degli eventi di “Benvenuto Brunello”

sala dove si svolge benvenuto brunello

Per spiegarvi meglio come si svolge “Benvenuto Brunello”, andiamo a selezionare ogni singolo evento realizzato durante questa manifestazione (che, nel 2022, si è svolta tra l’11 e il 21 novembre).

In primis, ricordiamo che gli eventi principali si svolgono quasi interamente presso il borgo di Montalcino, con una sede ben precisa come il Chiostro del Museo di Sant’Agostino e sono sostanzialmente i seguenti:

  • degustazioni private, riservate esclusivamente alla stampa e solo su invito;
  • degustazioni riservate ad operatori del settore vitivinicolo;
  • degustazioni riservate ai produttori del territorio di Montalcino;
  • degustazioni aperte anche ai wine lovers.

L’ultima edizione ha visto anche una giornata tutta internazionale, che sicuramente verrà ripetuta anche nelle successive edizioni.

Parliamo di una degustazione privata riservata a stampa ed operatori di settore, che si svolge nelle città di Londra, Toronto, New York e Los Angeles.

Il perché è presto detto: l’obiettivo di un vino come il Brunello di Montalcino è quello di farsi conoscere a livello globale, ecco perché eventi come questo possono accrescerne l’appeal e non limitarlo solo a livello locale.

Presentazione dell’annata agronomica corrente e valutazione

piastrelle celebrative

Senza calendarizzare questi eventi, che contraddistinguono le giornate di “Benvenuto Brunello”, la parte più importante dell’intera manifestazione è la giornata dedicata alla presentazione dell’annata agronomica corrente.

L’evento si svolge con una conferenza di presentazione presso il Teatro degli Astrusi a Montalcino, dove per l’appunto si introduce l’ultimo arrivato nella grande famiglia del Brunello di Montalcino (in questo caso ci riferiremo all’annata 2023).

Qui viene svolta una cerimonia di proclamazione delle stelle assegnate all’ultima vendemmia (nel nostro caso sarà il 2023).

Questa tradizione di valutazione qualitativa delle annate risale al 1945 e ha spesso premiato vini di altissima qualità con il massimo riconoscimento di 5 stelle, simbolo di eccellenza assoluta.

Tra le annate più memorabili del secolo scorso, spiccano quelle del 1970, del 1985 e del 1997, che hanno raggiunto livelli di qualità straordinari.

Tuttavia, è importante sottolineare che l’assegnazione delle stelle non coincide con la disponibilità immediata delle bottiglie sul mercato poiché, come detto, è necessario rispettare i tempi di affinamento previsti per la denominazione Brunello di Montalcino.

In onore delle annate premiate, viene realizzata una piastrella celebrativa che viene poi affissa sulla parete del Municipio di Montalcino, insieme alle piastrelle delle annate precedenti. Questo gesto simbolico sottolinea l’importanza della tradizione vinicola e dell’eccellenza enologica nella comunità di Montalcino.

Premio Leccio d’Oro

premio leccio d'oro a montalcino i premiati 2022

L’evento “Benvenuto Brunello” non si limita a presentare al pubblico le nuove annate dei vini di Montalcino, ma offre anche l’opportunità di premiare i locali che si distinguono per la qualità della loro carta dei vini.

Durante la manifestazione, infatti, si tiene la cerimonia di premiazione del prestigioso Leccio d’Oro, un riconoscimento assegnato ai locali che offrono la migliore selezione di vini di Montalcino, considerando sia la qualità che la varietà delle proposte.

Negli ultimi anni, il premio si è esteso anche all’estero, a dimostrazione del crescente interesse internazionale per i vini di Montalcino e della volontà di consolidare la loro reputazione sui mercati globali. Il Leccio d’Oro si articola in tre categorie: ristoranti, enoteche e osterie.

Per determinare i vincitori, viene convocata una giuria composta da esperti del settore, che valuta non solo la carta dei vini, ma anche il servizio e la presentazione offerti dai locali, nonché la conoscenza delle caratteristiche e delle specificità dei vari vini di Montalcino.

La giuria è presieduta dal Presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, coadiuvato dai tre Vicepresidenti.

Inoltre, la giuria è arricchita dalla presenza di quattro membri alternati, scelti tra importanti personalità del mondo enogastronomico, come sommelier di fama mondiale, giornalisti e critici enogastronomici.

La premiazione del Leccio d’Oro rappresenta un momento di grande rilievo all’interno dell’evento “Benvenuto Brunello”, contribuendo a valorizzare ulteriormente il patrimonio enologico di Montalcino.

Premio Gambelli

Il Premio Giulio Gambelli è un prestigioso riconoscimento che viene assegnato durante la manifestazione “Benvenuto Brunello” a Montalcino.

Istituito nel 2012, il premio celebra la memoria del grande maestro assaggiatore Giulio Gambelli, che nonostante non fosse mai stato un enologo di professione, ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo del vino.

Il premio viene conferito a un giovane enologo che, nel corso dell’anno, si sia particolarmente distinto nell’avvicinarsi all’idea di fare vino secondo i principi e la filosofia di Gambelli.

Grazie al sostegno di alcune delle aziende con cui il maestro assaggiatore ha collaborato nel corso della sua carriera, il vincitore riceve una targa e un premio in denaro di 1.500 euro.

Questo riconoscimento non solo onora la figura di Giulio Gambelli, ma contribuisce anche a sostenere e incoraggiare le nuove generazioni di enologi a seguire le orme di questo grande maestro, valorizzando il suo approccio unico e la sua visione nella produzione vinicola.

Come partecipare a “Benvenuto Brunello”?

vino e logo del consorzio brunello di montalcino

Per partecipare a “Benvenuto Brunello”, gli operatori del settore interessati devono seguire una procedura di accreditamento.

È necessario inviare una richiesta formale via email all’indirizzo [email protected],  utilizzando l’account aziendale. Nella richiesta, è importante includere i dati anagrafici e i recapiti, oltre al nome, ragione sociale, ubicazione, partita IVA e categoria della propria società.

Per garantire la serietà dell’adesione all’evento, viene richiesta una carta di credito valida per il versamento di un deposito cauzionale.

Al termine della manifestazione e a seguito della partecipazione effettiva, questa somma verrà interamente rimborsata agli operatori del settore che hanno preso parte all’evento.

Seguendo questi passaggi, gli operatori del settore potranno vivere in prima persona l’esperienza di “Benvenuto Brunello”, avendo l’opportunità di degustare in anteprima le nuove annate e di entrare in contatto con produttori, giornalisti e appassionati del settore enologico.

Sei un wine lover e vuoi visitare Montalcino nei giorni di Benvenuto Brunello?

borgo di montalcino

Abbiamo visto come “Benvenuto Brunello” sia una manifestazione riservata in gran parte per operatori vitivinicoli e professionisti della stampa.

Va però detto che, nei giorni in cui viene realizzata questa manifestazione, sono numerosissimi gli eventi secondari che animano le strade del borgo di Montalcino, e che rappresentano un’occasione unica per chi desidera scoprire questo territorio.

Il nostro consiglio, se state cercando un periodo dell’anno diverso dai classici mesi estivi, dove poter organizzare un tour alla scoperta del territorio dove viene prodotto il celebre Brunello, è quello di sfruttare proprio questi giorni.

Non siete esperti del territorio, ma vorreste scoprire il territorio di Montalcino?

Allora, affidandovi a Montalcino Club, potrete partecipare a tour enologici che vi condurranno nel cuore di Montalcino, dove avrete la possibilità di degustare direttamente i pregiati vini Brunello di Montalcino.

Questa esperienza vi offrirà un’immersione unica nel suggestivo paesaggio di Montalcino, rinomato a livello internazionale.

Inoltre, se volete approfondire la vostra conoscenza di questi eccellenti vini e gustarli comodamente a casa vostra, potrete iscrivervi al nostro esclusivo wine club!

Ci dedichiamo alla vendita di vini di alta qualità, accuratamente selezionati nella regione di Montalcino, con particolare attenzione al rinomato Brunello di Montalcino DOCG.

Grazie alla collaborazione con diverse cantine di Montalcino, offriamo ai nostri iscritti un’ampia scelta di vini provenienti dalle migliori aziende vinicole di Brunello e dell’intera Toscana.

Iscrivendovi al wine club, avrete accesso a offerte esclusive e di grande valore.

Ogni due mesi, riceverete una selezione di vini toscani provenienti dalla regione di Montalcino, accuratamente scelti per farvi conoscere e apprezzare questo vino amato in tutto il mondo.

Cosa aspetti? Visita subito il nostro sito per saperne di più o contattaci per avere informazioni!